080 394.44.48
Clicca per Chiamarci

Endodonzia

Disciplina odontoiatrica che si occupa delle patologie della polpa dentaria e degli effetti che tali patologie possono causare sui tessuti molli ed ossei.

L’Endodonzia è la disciplina odontoiatrica che si occupa delle patologie della polpa dentaria e degli effetti che tali patologie possono causare sui tessuti molli ed ossei limitrofi quali granulomi, cisti apico-radicolari, ascessi, flemmoni, fistole.

Lesioni cariose profonde o traumi caratterizzati da estesa perdita dei tessuti duri dentari possono compromettere la vascolarizzazione e l’innervazione pulpare fino ad arrivare alla perdita irreversibile della vitalità dell’elemento dentario interessato, spesso associata ad un’intensa sintomatologia dolorosa.

In ciascuno di questi casi occorre procedere alla terapia canalare o “devitalizzazione”, che consiste nella completa detersione chemio-meccanica ottenuta attraverso strumenti rotanti in nichel-titanio con irrigazione di ipoclorito di sodio e successiva otturazione del sistema endocanalare mediante un materiale inerte e sigillante quale la guttaperca.

Spesso si rende necessario il ritrattamento di elementi dentari già devitalizzati che presentano otturazioni canalari incongrue. Tali trattamenti sono generalmente più complessi poiché richiedono la rimozione del materiale già presente, spesso calcifico, ed una detersione chemio-meccanica più prolungata. Anche un dente già devitalizzato, infatti, può essere la causa di importanti sintomatologie dolorose, ovviamente non più imputabili al dente stesso ma alla comparsa di lesioni periapicali.

Nei casi in cui, a seguito del ritrattamento, non scompaiano i segni e sintomi di tali lesioni, occorre intervenire chirurgicamente accedendo direttamente all’apice radicolare e revisionando l’otturazione canalare per via retrograda attraverso un intervento definito apicectomia. Il dente trattato endodonticamente, strutturalmente indebolito dalla marcata perdita tissutale subita, deve essere sottoposto, nella maggior parte dei casi, a riabilitazione con manufatti protesici quali intarsi, corone, ponti.